International Post: una nuova avventura

E’ una nuova avventura cominciata in una mattinata di inizio Ottobre, anche grazie a questo blog. Questa sorta di “specchio dell’anima” che in termini informatici chiamiamo blog, dove ho la possibilità di scrivere le mie opinioni, le cose che penso, ciò che vorrei…E’ da qui che è cominciata questa avventura,  dove alcuni di voi, dei veri amici, hanno cominciato a leggere ciò che pubblicavo. Mi è stato detto:”ma tu scrivi bene, devi provare a scrivere altrove”. Non ci credevo. Le prendevo come dei complimenti di amici che forse stravedevano troppo in me. Non riuscivo a credere che io che ho avuto le maggiori difficoltà con l’italiano alle scuole, da un giorno all’altro, potessi avere determinati qualità. Certo che quando scrivo un articolo rileggo decine di volte, correggo (o almeno ci provo), insomma ci sto attento, perché rendo pubblico comunque un mio pensiero e voglio che quest’ultimo sia chiaro e comprensibile, ma non pensavo che un giorno qualcuno mi potesse dire:”tu scrivi bene”. Ho ancora qualche dubbio…Ed è così che Stefania, la mia amica di un’adolescenza felice, fatta di risate, guai e camminate sotto un sole di 40°, mi ha messo in contatto con il direttore dell’Internationa Post, un settimanale di politica, economia, sport e attualità che accoglie ragazzi che vogliono un giorno entrare a far parte del mondo giornalistico. Una sorta di “campo di allenamento”, o se vogliamo, “formazione primavera” del giornalismo. E’ avvenuto tutto venerdì 15 Ottobre 2010. Un colloquio molto formale, fatto di poche domande e di alcune informazioni. Un’unica raccomandazione: impegno e puntualità nell’invio degli articoli. Ed il destino ha voluto che quel giorno a Roma fosse presente per un colloquio, il mio amico d’infanzia, Cosimo. Un incrocio temporale emozionante e sorprendente. Gli astronomi l’avrebbero definito come un perfetto allineamento degli astri, i matematici avrebbero parlato di perfetta distanza tra numeri primi, qualcuno l’avrebbe definito semplicemente destino, noi lo abbiamo semplicemente vissuto. Una mattinata a rincorrerci tra le strade di Roma, la città eterna, che amo e ancora penso. Le lunghe passeggiate tra le stradine romane, le visite ai soliti monumenti. Le nostre chiacchierate su argomenti di vari interesse e poi lì in quella “antica birreria peroni” di piazza Santi Apostoli a rivivere i nostri ricordi da bambini, i guai, i nostri giochi, i ricordi in Chiesa, i nostri pomeriggi…Un flashback piacevole, con qualche punta di nostalgia. Ritornare piccoli in un solo istante, però dinanzi ad una fresca birra media. E lì capisci che l’amicizia va ben oltre le semplici frasi, o i soliti incontri giornalieri. L’amicizia è uno di quei sentimenti che quando nasce non se ne va più e si coltiva anche in silenzio. La vera amicizia si manifesta quando due, o più persone, non si vedono e sentono da anni, ma quando si rincontrano e si guardano negli occhi e come se fosse passato solo un giorno, perché quel sentimento che c’era ieri negli occhi di quei ragazzini cresciuti in un quartiere popolare e difficile della città, continua a brillare vivo negli occhi di due uomini alla ricerca del loro futuro. Grazie a voi amici…chi di infanzia…chi di adolescenza. Vincenzo.

Category: International post, Pensieri vaganti... | Tags: , , , , , 2 comments »

2 Responses to “International Post: una nuova avventura”

  1. hamen

    +1 kudos 🙂

  2. Geekrov

    Grazie Ivan 🙂


Leave a Reply



Back to top